Box "Uscite 2022" - Cronache Ribelli vol. 3 + Diario di un disertore + Verbalità Operaia IN OMAGGIO

  leggi le recensioni (2)

36,00
26,00
-28%
Quantità:
Prodotto aggiunto al carrello. Vai al carrello
È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto Vai al carrello

SKU boxuscite2022
Spese di spedizione: gratis
Consegna prevista entro Lunedì 05/12
Opzione regalo disponibile

Dopo il successo dello scorso anno ritornano i box natalizi di Cronache Ribelli! 
Come nel 2021, anche quest'anno vi proponiamo un box con tre dei libri usciti quest'anno: il terzo volume di Cronache Ribelli, Diario di un disertore di Bruno Misefari e, in omaggio con questi, la nostra prima raccolta di poesie, Verbalità Operaia. 

***CRONACHE RIBELLI VOLUME 3

Dato il successo dei primi due volumi siamo arrivati al terzo Cronache Ribelli. Il format resta lo stesso. Ci sono storie raccontate nei nostri canali social e numerosi inediti, che col tempo saranno fruibili a tutti: tuttavia in questo caso le storie sono molto più numerose, oltre 300.
Rinnovata ancora una volta è la grafica, che mantiene come sempre il nostro inconfondibile bianco e nero. 
Il libro è sempre completamente autoprodotto e presenta la stessa organizzazione del precedente: a ogni giorno o gruppo di giorni corrisponde una storia. I mesi sono introdotti da dodici illustrazioni realizzate da Aurora Stano e Alessandro Beccari. 
Impaginato dalla grafica Marcella Foschi.
Formato 16x23 cm, con bandella.
Pagine: 352

***DIARIO DI UN DISERTORE

"In chiesa, nella scuola, nella famiglia, nel foro, dappertutto si è ripetuto che uccidere, incendiare, distruggere, rapinare è delittuoso; dovunque si sono eretti patiboli, galere e codici di moralità contro i delinquenti. Ora, ecco che a noi si ordina di uccidere. Ed ecco, io che rimango fedele alle loro predicazioni, ai loro codici, alle loro leggi, sono considerato un «delinquente»."
Abbiamo deciso di ridare alle stampe un libro uscito per la prima volta dopo la fine della Grande guerra. L’autore Bruno Misefari - del quale abbiamo anche parlato qui in pagina e su Cronache Ribelli vol. 3 - è stato un filosofo, poeta e ingegnere anarchico italiano, nato in Calabria nel 1892. "Diario di un disertore" è in parte una storia autobiografica, scritta mediante un espediente narrativo (un diario che dal campo di battaglia viene spedito a Misefari per essere pubblicato): una storia di diserzione, di orrore, di sconcerto per la guerra e per l'ipocrisia di governanti e mercanti di morte che si arricchiscono mentre mandano a morire la povera gente.
Un’esperienza di vita dalla quale si deduce come bisogni essere disposti a qualsiasi sacrificio per combattere, e magari vincere, il mostro degli interessi che alimentano la guerra.
Questa edizione arricchita da un’impostazione grafica consona al nostro stile e da una copertina che ci proietta nel mezzo dello scontro tra la guerra e l'umanità.
Pagine: 108

***VERBALITÀ OPERAIA

Dopo almanacchi, saggi brevi e un romanzo abbiamo deciso di dare spazio all’interno del nostro progetto editoriale anche a una raccolta di poesie. Verbalità operaia è un insieme di componimenti, perlopiù inediti, realizzati da Paolo Vinti, in arte Paul Beathens. Filosofo di strada, poeta raffinato, intellettuale sui generis, Paolo Vinti è stato per anni una delle figure meno ordinarie e più importanti del panorama politico e culturale perugino. Un personaggio leggendario, proiettato in una dimensione globale dell’agire politico e al tempo stesso profondamente legato alla sua città, che ritroviamo molte delle sue sfaccettature all’interno di questa raccolta poetica.  
Le poesie che leggerete in questa raccolta sono state scritte utilizzando una macchina da scrivere senza inchiostro. Le parole impresse su foglio bianco sono state poi trascritte da compagni e familiari, che hanno cercato nei casi in cui il testo risultava di difficile comprensione di renderlo secondo le inclinazioni dell’autore. 

Pagine: 96